Segui @IlBorgodellaNat Il Borgo della Natura Erboristeria in Abbiategrasso: settembre 2016

lunedì 19 settembre 2016

CONFERENZA: L'UNIVERSO UOMO E IL SUO UNIVERSO

 CONFERENZA: 
L'UNIVERSO UOMO E IL SUO UNIVERSO



Domenica 18 settembre presso l'Erborististeria in Abbiategrasso Il Borgo della Natura, Luigi Tumolo, scrittore, esploratore, coach, ha tenuto una conferenza dal titolo L'universo uomo e il suo universo.


 





  





L'invito era riservato a un gruppo ristretto di invitati appositamente selezionati.


Nel cappello introduttivo si è parlato della simbologia dell'infinito e quindi del cerchio di Moebius figura appartenente alla Topologia (la geometria di gomma) dove l'interno e l'esterno sono interconnessi, attraverso qundi questo segno che tutti ricordiamo l'otto rovesciato, il microcosmo è legato al macrocosmo, il dentro al fuori, l'alto al basso.

L'universo uomo parte dall'incoscio che collega il conscio, il presente e indissolubilmente è collegato con il passato attraverso la memoria che tutto deposita sin dal momento della nascita e che viene continuamente richiamata attraverso i nostri modelli che fortificano gli input del pensiero ricreando stesse emozioni, stesso carattere, stessi eventi.

Il modello è quindi una mappa e spesso confondiamo questa mappa con il territorio quindi con la realtà. La maggior parte dellae persone ha delle aspettative future che finiscono per essere dei meri castelli in aria e che non si realizzano perchè costantemente fagocitati dalle esperienze passate.
Per modificare il nostro presente dobbiamo modificare il pensiero futuro, qundi non lavorare sulle emozioni ma su ciò che viene definita la visione.
La visione è scevra dalle emozioni perchè non è collegata con le nostre esperienze passate ma è un atto creativo, supportato e rafforzato dalla volonta cosciente. 

Ricordiamo che l'uomo ha tre tipi di cervello: il primo rettiliano che è quello dove sono conservati gli istinti primordiali di sopravvivenza (mordi o fuggi) e che ci hanno permesso di sopravvivere dal giurassico ai giorni nostri, attraverso una serie di concetti evolutivi plasmati sempre e comunque dall'istinto di sopravvivenza, mantendendo vivi il bisogno di cibarsi, coprirsi, riprodursi.
Il secondo cervello invece è tutta la nostra esperienza dal momento in cui nasciamo fino al momento presente: i genitori, l'educazione, l'ambiente scolastico, i parametri socio-culturali, le compagnie che frequentiamo sia nel periodo infantile che adolescenziale, le ideologie politiche, religiose e sociali di appartenenza, l'ambiente lavorativo, gli input dei media.
Il terzo cervello, che equvale alla parte più evoluta dell' Homo Sapiens, è quella che elabora, crea, programma, osserva, confronta... sceglie.Ovviamente questa parte spesso non viene usata nel suo massimo potenziale perchè soverchiata dagli altri due cervelli che istintivamente vogliono rimanere, sempre per un principio di sopravvivenza, in una zona di confort abborrendo l'ignoto, ciò che non si conosce, le novità.

L'emozione, dal greco sangue in azione, è quindi un trasporto chimico dal cervello alle cellule e questo passaggio lascia una traccia neurochimica, che se ripetuta più volte, diventa un'azione automatica, quindi ripetendo e rifacendo le stesse azioni e rivivendo le stesse emozioni si richiamano i medesimi pensieri di conseguenza è impossibile vivere nuove esperienze.
Una delle branche principali delle neuroscienze sono: l'Epigenetica e la Neuroplasticità. La prima si occupa di come appunto l'informazione neuro-elettro-chimica passa da sistema cerebrale principale ai nostri geni insiti in ogni cellula, con un complesso processo questo input apre l'elica del DNA e attraverso la Metilazione dell' RNA viene rilasciata questa impronta.

La neuroplasticità invece, interconnessa con l'epigenetica, studia la facoltà delle azioni cognitive di essere plastiche quindi di potersi modificare a piacimento in base a ciò che continuiamo a pensare. Un esempio lampante è il blocco di plastilina che prende la forma voluta dall'artista.
A fronte di questi nuovi studi, si è superato il concetto di elasticità del cervello; infatti tale caratteristica in fisica è definita come la capacità di un corpo, che dopo aver modificato il suo stato attraverso n forze, ritorna al suo stato iniziale, una volta che le stesse vengono annullate. 
Ovviamente la conferenza è stata condita da innumerevoli esempi e richiami alla PNL (programmazione neurolinguistica), simbologia sacra, alchimia e filosofia esoterica.

Fondamentale è stato l'intervallo, che ha coeso la comunicazione tra i partecipanti, complici le torte fatte da Manuela Banfi titolare dell'Erboristeria, che ha catalizzato curiosità, appetito e coccolato i sensi.

Nella seconda parte si è fatto un exursus sulla Fisica Quantitica, attraverso un breve ma esaustivo ventaglio sulla sua storia, i suoi principali fomentatori e i loro importanti esperimenti, arrivando a definire "l'universo uomo un processo quantico". 
 
La parte conclusiva, come un houroborus (il serpente che si mangia la coda) ha chiuso il cerchio della dicussione, ritornando al cappello introduttivo.






Ringraziamo la partecipazione e l'affetto dimostratoci.


Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804


Seguici su facebook -----> https://www.facebook.com/pages/Il-Borgo-della-Natura-Erboristera/580611875381897?ref=hl clicca su "MI PIACE" per essere sempre aggiornato





giovedì 1 settembre 2016

CREMA SALINA: DRENA, TONIFICA, RASSODA.

CREMA SALINA


Combatte l’eccessiva ritenzione idrica e rassoda i tessuti, contrastando il rilassamento cutaneo. 
Risultati immagini per aqua reduce crema salina


La formulazione rigenerante e vitalizzante, a base di oligoelementi marini, estratto di Alga laminaria e burro di Albicocca, permette di ottenere una silhouette più tonica e soda, con una piacevole sensazione di benessere e leggerezza su tutto il corpo.


  • Sostanze Funzionali: sale marino 10%, estratto di Laminaria digitata 3%, burro di Albicocca 2%, argilla amazzonica bianca 1%. 
  • Per un trattamento completo: 1-3 volte alla settimana applicare lo Scrub marino sulla pelle umida per uno scrub delicato, sulla pelle asciutta per un maggior effetto levigante

Indicazioni:
crema a base di oligoelementi marini, estratto di alga laminaria e burro di albicocca.


Caratteristiche:
combatte l’eccessiva ritenzione idrica e rassoda i tessuti, contrastando il rilassamento cutaneo.
Senza parabeni, senza petrolati, con glicerina vegetale

Posologia e Modalità d'uso:
applicare sul corpo partendo dalle caviglie e risalire, arrivando fino a decolleté e seno, massaggiando fino a completo assorbimento, 2-3 volte per settimana, preferibilmente la sera per favorire il drenaggio. La presenza di un residuo bianco è caratteristico del prodotto ed evidenzia la funzionalità dello stesso; per rimuoverlo fare una doccia il mattino seguente.


Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804

Seguici su facebook -----> https://www.facebook.com/pages/Il-Borgo-della-Natura-Erboristera/580611875381897?ref=hl clicca su "MI PIACE" per essere sempre aggiornato