Segui @IlBorgodellaNat Il Borgo della Natura Erboristeria in Abbiategrasso: ARGILLA: IL PREZIOSO AIUTO DELLA TERRA

martedì 29 ottobre 2013

ARGILLA: IL PREZIOSO AIUTO DELLA TERRA

ARGILLA:
IL PREZIOSO AIUTO DELLA TERRA



Conosciuta fin dai tempi degli Egizi ed utilizzata da Ippocrate, Dioscoride, Galeno e Avicenna, l'argilla genericamente si definisce come una roccia di natura sedimentaria o vulcanica e all'interno del regno minerale rappresenta un organismo di grado evoluto, perchè non è costituita a un singolo componente, ma da un insieme di oligo-elementi (silice, alluminio, calcio, magnesio, potassio) in misura maggiore ed un'altra serie di minerali  (stagno, ferro, piombo, oro ed argento, rame e mercurio) in quantità che potremmo definire omeopatiche, fondamentali per le caratteristiche curative dell'argilla. La sua grande funzionalità a livello cutaneo è data dalla capacità di far diventare permeabile l'epidermidee rendere possibili degli scambi tra interno ed esterno. L'argilla rilascia tutte le sue sostanze attive ed assorbe le tossineche la pelle le cede, ecco perchè non può essere riutilizzata. 
Riesce ad assorbire qualsiasi elemento sia esso di natura liquida, gassosa o energetica. Inoltre rimuove le cellule morte, riequilibra la secrezione del sebo e asciuga le pustole acneiche.

 Le sue proprietà:

  • RIMINERALIZZANTE
  • DEPURATIVA E DETOSSINANTE
  • ANTISETTICA: per l'eliminazione degli agenti patogeni
  • ANTINFIAMMATORIA
  • STIMOLANTE, della funzionalità dei tessuti
  • CICATRIZZANTE E TONIFICANTE, per la stimolazione dei tessuti e della circolazione.
L'argilla ha un Ph neutro ed è assolutamente sterile. Una caratteristica fondamentale è la sua grassezza e la plasticità, che le deriva dalla percentuale di silice presente, mai al di sotto del 40%.
Il suo grande potere emulsionante le permette di legarsi all'acqua (idrofilia), ma anche agli oli (lipofilia). 
Non ha scadenza, ma se si ha un sacchetto chiuso da molto tempo è sufficiente esporla al sole ed all'aria prima di usarla per ricariarla di energia e potenziare le sue funzionalità.
Il termine "macinata grossa", "macinata fine" o "ventilata" stanno ad indicare la grandezza dei grani dal più grande al più fine.
Abbiamo vari tipi di argilla con varianti di colore che spesso dipendono dalla prevalenza di un componente rispetto ad un altro, le più usate sono l'argilla bianca e l'argilla verde.

L'ARGILLA BIANCA
 
E' molto usata in cosmesi grazie alla sua granulometria molto fine, quasi impalpabile che la rende simile ad una cipria, con un alto contenuto di silice e alluminio. 
E' adatta soprattutto per le maschere del viso, anche per il colorito che rilascio sulla pelle dopo averle asportate (al contrario delle maschere con argilla verde).
 

Le maschere con le argille tendono ad asciugare la pelle, quindi sono ottime per l'eccessivo sebo; per tutti gli altri tipi di pelle dobbiamo aggiungere nella miscela base (per renderle più nutrienti) 1 ml. di olio vegetale a scelta come ad esempio olio di Mandorle dolci oppure Argan oRosa Mosqueta ottimi come antirughe.

L'ARGILLA VERDE

E' più adatta per il corpo. Ha gli stessi componenti dell'argilla bianca, ma in percentuale maggiore e questo la rende decisamente più attiva, più drenante e detossinante, quindi perfetta per gli impacchi anticellulite.
Si consiglia di miscelare l'argillacon degli infusi ad effetto drenante e aggiungere dalle 10 alle 20 gocce di olio essenziale scegliendoli tra: Geranio, Cipresso, Rosmarino, Finocchio, Ginepro, Lavanda e limone (possiamo anche fare un mix di tutti questi oli per un'azione d'urto, ovviamente il totale delle gocce deve essere sempre entro il limite consigliato).
Lo strato di argilla deve essere spesso almeno mezzo centimetro e deve rimanere in posa 45 minuti, si può occludere  con della pellicola trasparente. Sciacquare con acqua tiepida e applicare con una crema o un olio vegetale.

PER USO INTERNO

 L'argilla verde è riminerlizzante, detossinante e sfiammante, per questo è ottima anche da assumere oralmene. Si scioglie un cucchiaio di argilla ventilata in un bicchier d'acqua si gira e si lascia in posa tutta la notte. La mattina si assume l'acqua, chiara "natante", lasciando l'argilla sul fondoper evitare problemi di stitichezza. L'argilla bianca, per il suo sapore più delicato, è indicata in gravidanza: si può assumere mezzo cucchiaino ben sciolto in un bicchiere di acqua scaso; va subito bevuta per combattere le nausee.


 
Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804



Seguici su facebook ->http://www.facebook.com/IlBorgoDellaNatura?ref=hle clicca su "MI PIACE" per essere sempre aggiornato






Posta un commento